Calze a compressione per la corsa, perché usarle?

calze a compressione per la corsaLe calze a compressione per la corsa sono comparse nell’universo dell’abbigliamento del running abbastanza recentemente. I primi studi sui benefici della compressione venosa sono stati intrapresi nel 2012. La prima ricerca scientifica di una certa rilevanza sull’argomento è stata pubblicata nel 2016 sul sito “The National Center for Biotechnology Information”, dal titolo Is There Evidence that Runners can Benefit from Wearing Compression Clothing?

I risultati della ricerca sono stati utilizzati dalle Federazioni Atletiche di tutto il Mondo per capire come migliorare le prestazioni degli atleti in gara, ma non solo. Molti runner amatoriali fanno uso di queste particolari calze a compressione, anche se la ricerca evidenzia come esistono molte variabili in gioco. La qualità dell’allenamento come sappiamo è data da molte variabili in gioco, ma queste calze potrebbero migliorare la performance.

Integratori per la corsa: cosa sono e come utilizzarli

Quando usare le calze a compressione per la corsa?

Tra i runner professionisti e amatoriali troviamo due grandi scuole di pensiero su quando usare le calze a compressione per la corsa. C’è chi le utilizza durante l’allenamento per avere un immediato beneficio da quello che viene definito “effetto pompa”, e chi le usa dopo per rilassare al meglio i muscoli. Ma come avviene questa sensazione di benessere? Le calze a compressione in generale coprono il piede e la gamba fino al ginocchio. L’azione compressiva migliora il tempo di ossigenazione del sangue, pompando più velocemente attraverso le vene il sangue verso il cuore. Aumentando la velocità di ricircolo di sangue nuovamente ossigenato, si potranno avere benefici sia immediati che nel lungo periodo.

 

Perchè usare le calze a compressione per la corsa?

Tra i vantaggi immediatamente riscontrabili dal runner, è evidente un calo della produzione di acido lattico, di indolenzimento dei muscoli, un rallentamento del battito cardiaco. Maggiore sarà lo scambio di ossigeno tra i muscoli e il cuore, più a lungo si potrà correre prima di avvertire i primi segnali di fatica. I benefici non terminano con l’allenamento come riportato nella ricerca sopra citata. Indossare abbigliamento compressivo anche dopo la corsa evita di accusare infiammazioni nel lungo periodo o problemi più gravi come come la periostite e la fascite plantare.

 

Loading...